mercoledì 22 maggio 2019

Trentacinque mesi senza di te

Il tempo passa, ma il dolore resta immutato.
E la tua assenza è una presenza costante che non mi lascia mai da trentacinque mesi...
Come in esilio
vado a domandare alla luce e al giorno
se hanno visto orma di te
lungo le siepi brune.
(Alda Merini)


Nella foto: Il vuoto dell'anima
Quel vuoto che si prova a sopravvivere ai figli

domenica 19 maggio 2019

Consiglio comunale 10/05/2019




Pubblico completamente assente



Il primo punto ha riguardato l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2018 che ha visto un avanzo di amministrazione di € 724.928,38 di cui € 531.253,56 di fondi vincolati e accantonati, € 34.230,54 di fondi per finanziamento di spese in conto capitale e € 159.444,28 di fondi non vincolati.
Il secondo punto è stata la ratifica della delibera di Giunta n. 38 del 16/04/2019 relativa ad una variazione di urgenza al bilancio di previsione.
E’ seguita una variazione al bilancio di previsione per lo stanziamento di fondi per un’opera necessaria all’ampliamento della scuola media di Polverigi.
Il quarto ed ultimo punto ha riguardato una modifica all’art. 33 del regolamento del verde urbano che ha reso possibile l’uso dei diserbanti in alcune zone in cui non è possibile operare con mezzi meccanici (vialetti imbrecciati, bordi dei marciapiedi…). Uguale modifica è stata approvata dal Comune di Polverigi, che ha limitato l’uso dei diserbanti alle medesime zone in modo tale da uniformare i regolamenti dei due Comuni.

Con questo Consiglio il Gruppo “A Sinistra per Agugliano” si congeda dalla presenza attiva nel Consiglio comunale in quanto i propri aderenti hanno deciso di non partecipare alla formazione della lista per le ormai prossime elezioni amministrative.
Mettiamo comunque a disposizione dei cittadini l’esperienza maturata in circa trent’anni di partecipazione alla vita politica del Comune.

lunedì 6 maggio 2019

In memoria dei tuoi passi

Ancora una presentazione del tuo libro.
Ieri in un luogo a te tanto caro che descrivevi così: "un luogo in cui è contenuta tutta la poesia delle cose vecchie, ricordi e vite contadine, ruggine, ragnatele e polvere illuminate in riflessi di bottiglia dai malati raggi solari di questo inverno che comincia, timidamente, a farci sperare nella neve… Un vecchio casolare in cui è raccolta la storia della passione di Ettore Guatelli, un maestro elementare figlio di contadini e con la sua è raccolta la storia di migliaia di uomini e dei loro oggetti comuni, dei loro oggetti inventati, dei loro oggetti sofferti, dei loro oggetti rammendati da mani sapienti di miseria. Pretendono attenzione calzolai, contadini, orsanti e le loro calze buche e ricucite migliaia di volte, il finto violino della scimmietta… chiamarlo museo non rende giustizia a quell'idea, a quella poesia, a quell'amore e soprattutto alla vita che si respira in quella non morte di oggetti che nessuno ha più bisogno di utilizzare…”.



lunedì 22 aprile 2019

A Sara

Trentaquattro mesi senza di te...

E scriverò per te,
per il tuo ricordo straziante,
pochi versi dolenti 
che tu non leggerai più. 
Ma a me staranno atroci,
inchiodati nel cuore
per sempre.
(Cesare Pavese)



mercoledì 27 marzo 2019

Delta Blu ha volato ancora

Anche quest'anno Delta Blu è salito a salutare te e nonno...







venerdì 22 marzo 2019

A te

Trentatre mesi senza di te...
Ovunque tu sia io so amare fin li…
(Alda Merini)


lunedì 18 marzo 2019

Consiglio comunale 11/03/2019

 
Lunedì 11 marzo alle ore 21,00 si è tenuto il Consiglio comunale per deliberare l’approvazione del bilancio e di tutti i suoi allegati.

Il primo punto ha visto l’approvazione senza rilievi dei verbali delle sedute precedenti.
Tra le comunicazioni il Sindaco ha reso note le dimissioni del Consigliere Dante Cesaretti dal Gruppo “Agugliano ci Unisce” e la sua costituzione in Gruppo autonomo denominato “Per Agugliano”. 
Un movimento politico quello di “Agugliano ci Unisce” che nel corso degli anni ha visto una continua ed inesorabile uscita dei suoi rappresentanti, restando sempre più legato alle solite note persone.
C’è poi stata la comunicazione di un prelievo dal fondo di riserva per rimpinguare alcuni capitoli di spesa che hanno consentito alcuni interventi (€ 4.000,00 per strade e marciapiedi, € 4.000,00 per il forno di Castel d’Emilio e € 6.954,33 per l’IVA sui canoni del gas).
Sono stati poi approvati il piano finanziario per l’anno 2019 del servizio smaltimento rifiuti e le relative tariffe (TARI).
Successivamente sono state deliberate le aliquote delle tasse e dei tributi comunali (IMU – TASI – Addizionale IRPEF) nessuna delle quali ha visto aumenti.
Il punto successivo è stata l’approvazione del piano delle consulenze che per il nostro Comune si sostanzia negli incarichi di consulenza legale e di direzione del periodico comunale.
Di seguito si è deliberato l’aggiornamento all’indice ISTAT (0,70%) del valore delle aree fabbricabili all’interno del territorio comunale seguito dall’approvazione del piano delle alienazioni che prevede due aree: una consistente in via S. Veronica Giuliani e un frustolo in via S. Chiara degli Scifi.
A seguire ci sono stati l’approvazione del Documento Unico di Programmazione (D.U.P.), strumento che ha sostituito la relazione previsionale e programmatica e costituisce il documento con cui il Comune programma la sua attività amministrativa, e del bilancio di previsione finanziario 2019 – 2021.
Nel D.U.P. oltre agli interventi di manutenzione che proseguono quanto già fatto negli anni precedenti, sono previsti: il risanamento conservativo delle mura cittadine, la manutenzione straordinaria del campetto polivalente di via Lattanzi, la sistemazione di via S. Caterina da Siena e i lavori di ripristino che consentiranno la riapertura della chiesa del SS. Sacramento danneggiata dagli eventi sismici del 2016.
Si è passati poi all’affidamento esterno in via sperimentale per due anni del servizio delle pubbliche affissioni, compreso accertamento e riscossione delle relative imposte, resosi necessario alla luce della carenza di personale interno da adibire al servizio.
C’è poi stata la presa d’atto di modifiche alla convenzione di tesoreria comunale necessaria ai fini del recepimento della direttiva europea 2015/2366/UE.
Il penultimo punto ha riguardato l’adozione di una variante puntuale alla scheda d’ambito IP17 (zona artigianale di Borgo Ruffini) che permetterà l’ampliamento degli usi consentiti nella zona, ad esempio mense e palestre.
Infine con il sedicesimo e ultimo punto si è modificata una precedente delibera consiliare riguardante la decadenza degli accordi pubblici-privati stipulati per la realizzazione delle opere di urbanizzazione comuni dell’ambito IP5 che consentirà ai privati di avviare i relativi lavori.
Di fatto è stato un Consiglio senza opposizione in quanto, a parte tre o quattro punti su cui il rappresentante del Gruppo “Movimento Cinque Stelle” si è astenuto, la votazione è stata sempre unanime, vista anche l’assenza dei entrambi i due rimanenti rappresentanti del Gruppo “Agugliano ci Unisce”.

venerdì 22 febbraio 2019

Per te...

Ieri ho sofferto il dolore,
non sapevo che avesse una faccia sanguigna,
le labbra di metallo dure,
una mancanza netta d'orizzonti.
Il dolore è senza domani.
(Alda Merini)
Il dolore vero io l'ho conosciuto trentadue mesi fa quando la luce che brillava nei tuoi occhi si è spenta per sempre.

martedì 22 gennaio 2019

A te

Se l'aria mi raccontasse di te
vorrei perdermi per sempre nel vento
lì ascolterei le tue parole e i tuoi sospiri,
lì sarei vicino alla tua anima e al calore del tuo cuore.
(Eugenio Montale)
Trentuno mesi senza di te...

martedì 25 dicembre 2018

E' Natale


E anche quest'anno Natale è arrivato.

Io non ho mai sentito tanto questa festa per una serie di ragioni.
La mia non era una famiglia religiosa per cui non ho mai vissuto con questo spirito questo giorno.
Non era neanche un giorno di grande festa perché a casa mia i regali non li portava Babbo Natale, ma dovevamo aspettare la Befana.
Non avevamo neanche tante tradizioni da rispettare a parte un albero spelacchiato (lo stesso per più di trent'anni), l'antipasto all'italiana che si mangiava solo a Natale e che preparava ostinatamente mio padre perché a lui piaceva, ma mia madre non ne voleva sapere, e i cappelletti rigorosamente fatti in casa.
Ma eravamo tutti, con i nostri tanti problemi, ma tutti, pronome questo che oggi non posso più usare perché oggi tanti mancano all'appello. Ma mentre per tanti la mancanza sta nel normale ordine delle cose, questo non vale per te. 
Tu non ci sei più e questo non lo riesco ad accettare.
E oggi, per te, con grande sforzo, raccogliendo le poche forze che mi rimangono, porteremo ancora avanti quelle poche cose che ci tenevano insieme a Natale, la festa più triste dell'anno.
A te arrivino i miei auguri e un bacio ovunque tu sia.
Agli altri gli auguri li facciamo insieme con il cartoncino disegnato da te quando in fondo eravamo felici anche se non ce ne rendevamo conto .