mercoledì 5 luglio 2017

Consiglio comunale del 30/06/2017

 Spettatori presenti: cinque

Il Sindaco ha comunicato l’avvenuta nomina del nuovo Assessore Sergio Salati che ha sostituito il dimissionario Paolo Belelli.

I verbali delle sedute precedenti sono stati approvati all’unanimità.

Anche il regolamento per l’assegnazione di alloggi di edilizia convenzionata è stato approvato all’ unanimità dopo aver approvato un emendamento del Gruppo “Agugliano ci Unisce” che accorcia a 90 giorni il termine per la redazione della graduatoria.

L’approvazione definitiva della variante puntuale relativa alla riperimetrazione dell’area d’intervento del complesso agricolo D4 è stata approvata all'unanimità.

La mozione del Movimento 5 Stelle relativa alla fusione dei Comuni di Agugliano e Polverigi è stata invece respinta in quanto, in ogni caso, non sarebbe praticabile alla luce della contrarietà già espressa dal Comune di Polverigi.
Da segnalare il voto di astensione dei rappresentanti del Gruppo “Agugliano ci Unisce” che contraddice le precedenti dichiarazioni del capogruppo (legate più ad un opportunità politica che ad un reale mandato elettorale).

Di seguito riportiamo la dichiarazione di voto del nostro Capogruppo Giacomo Zacconi:
"Il nostro gruppo voterà NO su questa mozione del rappresentante del Movimento 5 Stelle per coerenza col programma elettorale presentato agli elettori che testualmente diceva:
“… riteniamo ancora prematuro parlare di fusione di Comuni. Consideriamo invece necessario credere, lavorare e impegnarsi per un maggiore e migliore funzionamento dell’Unione”.
Detto questo, riconosciamo che c’è bisogno di un cambio di passo ed un’accelerazione nel processo di Unione tra i Comuni di Agugliano e Polverigi.
In questi anni, infatti, sono stati fatti passi in avanti, ma non così incisi e significativi come ci si sarebbe aspettato e il processo di Unione non ha avuto quell’accelerazione che sarebbe stata auspicabile.
Un esempio per tutti: nonostante gli accordi per l’approvazione in tempi rapidi di un regolamento del Consiglio, ad oggi di esso non c’è ancora traccia. E questo non è un elemento di secondaria importanza in quanto questo regolamento disciplina la vita dell’Unione stessa.
Non possiamo perdere ulteriore tempo perché così l’Unione resterebbe una scatola vuota e fine a se stessa, senza alcun vantaggio per i cittadini.
Chiediamo quindi che tutto il processo sia portato a compimento nel più breve tempo possibile in modo tale di avere il tempo di sperimentare la sua bontà o mettere in luce eventuali criticità prima della chiusura di questo mandato amministrativo per poter valutare se il percorso intrapreso sia quello giusto o se invece si dovranno percorrere strade alternative".