giovedì 20 dicembre 2007

Dove sta l'orco?

Aderisco più che volentieri a questa nuova iniziativa lanciata dal mondo dei bloggers.
Stavolta parliamo di pedofilia, il reato più abominevole del genere umano.





L’immagine popolare del pedofilo è quella di un uomo di una certa età, una sorta di “sporcaccione” generalmente in pensione o disoccupato che, oltre a molestare ogni qualsiasi bambino che gli capiti a tiro, può avere anche altre anomalie del comportamento sessuale, o “parafilia”, come l’esibizionismo, il voyeurismo o altro. Le statistiche più recenti indicano, invece, che l’abitudine a molestare i bambini inizia generalmente attorno ai 15-16 anni, che di solito la vittima è nota al pedofilo e quest’ultimo spesso è un parente, un amico di famiglia o un frequentatore della casa che non presenta apparenti anomalie di comportamento.
Secondo studi condotti in vari paesi occidentali, nell’85% dei casi l’abusante è un familiare, o un membro della famiglia allargata.

Alcuni dati.

In tutte le Procure d’Italia nelle giornate per l’apertura dell’anno giudiziario sono stati dati i numeri reali sui crimini commessi durante l’anno appena trascorso.
Da una analisi degli stessi, comparata con i dati forniti dal Ministero di Giustizia e dal Dipartimento Anticrimine emerge che in Italia c’è stato un aumento esponenziale di atti di violenza nei confronti delle donne e che si sono registrati ben il 30% dei casi di abuso sessuali sui bambini in più, rispetto agli anni precedenti.
Al pari di questo si è mantenuta drammaticamente bassa l’età media delle vittime di abuso, che va così dagli zero ai cinque anni.
Tra le Regioni più colpite la Lombardia, il Veneto, il Lazio e la Campania.
Altri dati agghiaccianti, se pensiamo essere riferiti a dei bambini sono quelli riferiti ai bambini scomparsi, il 20% dei quali non viene più ritrovato e si sospetta possa essere finito nei giri delle reti pedopornografiche. Lo scorso anno sono state aperte circa 3.000 pratiche legate a minori scomparsi.
Solo nel primo semestre del 2006 i siti, collettivi o individuali, pro-pedofilia hanno avuto un incremento del 300%.
“Un altro dato a dir poco agghiacciante”, ha detto Massimiliano Frassi, presidente dell'Associazione Prometeo, commentando i dati, “è quello che emerge da uno studio fatto sui pedofili: su un campione scelto di ben 443 pedofili accertati, allo stato delle cose pare che il 67% pari quindi a 299 abusanti, sia rimasto in stato di libertà con l’aggravante di continuare a rimanere nella maggior parte dei casi a contatto diretto con i bambini”.
In aumento anche i crimini legati alla pedofilia in internet, dove un sito pedopornografico se ritenuto “di buona qualità” produce un introito giornaliero di almeno 90mila euro, secondo una cifra fornita durante un recente convegno tenutosi a Cuneo presso l’ordine dei medici, dal dott. Tommaso Pastore, dirigente responsabile della Squadra Mobile di Cuneo. Il costo medio di una foto pedopornografica spazia invece tra le 30 e le 100 euro.
“Oggi i pedofili” continua Frassi “cercano fotografie sempre più raccapriccianti, chiedendo ai produttori di tale materiale un aumento delle violenze ed un abbassamento delle età delle vittime. Per questo non è più raro che si trovino anche dei neonati, tra le giovani vittime”.

Fonte: Associazione Prometeo

Altre informazioni da Psiche e Soma

26 commenti:

isline ha detto...

Devo dire la verità: ho avuto difficoltà a leggere questo post sino alla fine, e l'orrore non ha fatto che aumentare. Non dimenticherò mai una bubblicità shockante che ho visto su un libro: era la foto di una bimba che giocava ma la sua bocca era stata sostituita con quella di una bambola gonfiabile... La pedofilia è un reato col quale è difficile confrontarsi ed affrontarlo sino in fondo. Non condivido di certo le motivazioni di alcun tipo di omicidio, ma posso comprendere l'ira o gli impeti che ne hanno provocati alcuni; non riesco però a credere e a concepire che qualcuno abbia attenzioni sessuali verso i bambini o che in qualsiasi modo gli usi violenza...sui neonati poi!!!

andrea5 ha detto...

Anch' io sono contro la pena di morte ed il tena della tortura mi tocca ancora di più.
Ma cazzo, il solo leggere di violenze contro i bambini, o addirittura neonati crea in me una rabbia enorme. Se ad un mio figlio(che ancora non ho) a ad una delle mie meravigliose nipotine facessero qualcosa credo che manderei al diavolo tutti i miei principi istantaneamente.

GG ha detto...

Brava Franca...

La pedofilia è un reato altamente antisociale,non solo in quanto reato. E' antisociale perchè colpisce i bambini nella loro fragile identità, approfittandosi della loro totale misconoscenza della sfera sessuale come strumento di affermazione positiva di sé e deturpandone a vita il vissuto.
Ed è antisociale perchè è dificilissimo confrontarsi umanamente con essa: il cappio e il fucile sono le reazioni istintive più sollecitate in chi si trovi a fronteggiate il pedofilo: la sfida della civiltà ci impone di non smarrire mai i nostri laicissimi principi di convivenza e di preservazione dei legittimi strumenti di repressione e rieducazione, seppur di fronte a questi autentici mostri.

valentina orsucci ha detto...

No dai, non alimentiamo solo l'orrore umano, non dimostriamo che possiamo arrivare a qualuqnue malvagità.
Sulla pena, non lo so, io sono contro la pena di morte sempre e comunque.
Sulla pedofilia, è una cosa non commentabile. Di cui però bisogna parlare.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Un post non facile da leggere ma che è necessario leggere perchè dobbiamo capire fino a che punto un problema che si tende a nascondere e di cui si tende minimizzarne l'esistenza, sia invece assai presente e con numeri e dati inquietanti.

Grazie Franca per aver aderito a questa iniziativa.

Alzata con pugno ha detto...

anche io per principio sono contraria alla pena di morte e alla tortura, ma si deve fare in modo che questa gente, quando si riesce ad arrestarla , la si renda inoffensiva. A cos'altro pensare se non alla castrazione chimica? Il problema però è che possono smettere quando vogliono di prendere i farmaci e tornare a far violenza sui bambini. E' tutto così raccapricciante, ma come lo si ferma?

zefirina ha detto...

è fuori dala mia portata
il comprendere come si possa essere attratti sessualmente da bambini, ancora più raccapricciante sentire quello che dicono tali individui per giustificare queste attenzioni, l'argomento mi sgomenta

fioredicampo ha detto...

Sapere che i pedofili non si accontentano più dei bambini piccoli, ma abusano anche dei neonati mi fa venire i brividi per l'orrore. A caldo direi che la punizione più adeguata sarebbe di murarli in uno stanza con un pertugio per l'aria e per il cibo affinché non muoiano.
A parte le reazioni emotive credo che quel 67% rimasto in libertà andrebbe immediatamente recluso per un adeguato periodo di tempo: per punizione e soprattutto per impedirgli di continuare a molestare altre piccole vittime.
Un saluto.

riccardo gavioso ha detto...

ti ringrazio per la partecipazione a quest'iniziativa dell'amico Daniele che mi ha visto tra i primi sottoscrittori. E brava per l'ottimo post che fornisce un quadro molto preciso di questa desolazione.
I post si sono succeduti numerosissimi, e di alta qualità, fino a fornire un quadro del fenomeno sotto ogni punto di vista.
Tutti concordi nel sottolineare l'orrore, ma senza dimenticare la funzione preventiva che era propria del post che ha dato vita all'iniziativa.

un saluto

Alicesu ha detto...

Questa è un'altra di quelle terribili realtà che in Italia (e non solo) non siamo soliti affrontare. Come il maschilismo imperante. Io oserei dire che sono figli dello stesso marciume.

Giovanna Alborino ha detto...

io in questi casi non sono contro la pena di morte...
buona giornata

DanieleMD ha detto...

Grazie per aver aderito all'iniziativa!
Lo hai fatto in modo perfetto e aggiungendo informazioni preziose.

Un favore solo se ti è possibile: potresti linkare il tuo post qua?
http://psiche-soma.blogspot.com/2007/12/iniziativa-blogger-contro-gli-abusi.html
E' il post da dove nasce l'iniziativa e ci sono il mio e tutti gli altri post scritti su questo argomento (ho appena aggiunto il tuo).

Buon Natale
Daniele

Polis ha detto...

Auguri di Buone Feste da Francesco del blog Polis.
www.polisfs.blogspot.com

sam ha detto...

Erra Frassi a dire "oggi" nell'ultimo paragrafo. Non è da oggi.
L'orco non può esistere se non ha un bosco dove nascondersi...

giulia ha detto...

Ciao, ho aderito anch'io. Ti faccio tanti auguri France e ti ringrazio per la tua continua e costante presenza, Giulia

babilonia ha detto...

Periodo incasinato, ma non potevo non passare per augurarti un sereno e felice Natale.
Enrico

Simona ha detto...

Sono e resto contraria alla pena di morte.Non approvo neanche la castrazione chimica. Ma spero in una pena più certa e,perché no, anche più aspra. Ma certo è che se non si accompagna il carcere a delle indispensabili terapie psichiatriche finalizzate ad un (seppur solo eventuale reinserimento nella società), il rischio è che il tizio esce e fa di nuovo tutto da capo.
Cara Franca, colgo questa occasione anche per farti gli auguri di un sereno Natale e di un bellissimo anno nuovo.

flo ha detto...

I peggiori criminali in circolazione, malati di mente e pericolosi. Altro che castrazioone chimica...
Nutro un profondo disgusto :(

mario ha detto...

mai pena di morte.....mai trasformarsi in carnefice....anche io come molti ho avuto difficoltà a leggerlo, i numeri i dati sono inquietanti sono orrendi.....verrò a rileggerti sicuramente ciao

Romina ha detto...

Questo è davvero il reato più disgustoso. Se non ricordo male, c'è stata forse anche la giornata dell'orgoglio pedofilo, roba da far accapponare la pelle.
Esiste persino il cosiddetto turismo sessuale: gente "normale", padri di famiglia che partono per lidi lontani e soddisfano certi loro immondi desideri con bambini e bambine.
Non si riesce nemmeno a concepire una cosa del genere. Certo è che occorrerebbero leggi severe e riguardo, e nessuno sconto di pena.

dawoR*** ha detto...

ma chi potrà più salvarci ? mi guardo in giro e vedo solo violenza in ogni sua sfumatura e ad ogni livello / basta !

dawoR***

Anna ha detto...

Cara Franca,
avevo anche io preso l'impegno di scrivere qualcosa in proposito, ma non l'ho fatto. Tu sei stata sintetica ed efficace.Brava!
Approfitto dello spazio, anche se non consono, per ringraziarti della tua presenza costante nel mio blog, della quale sono davvero felice ed onorata. Ti auguro tutto il meglio di ciò che desideri e tanta felicità.
Con affetto.
Anna

isola08 ha detto...

Ti facciamo tanti auguri che abbiamo anche lasciato sul blog...Grazie per la tua partecipazione, speriamo proprio che tu rimanga dei nostri, Costanza

Ed ha detto...

Ciao Franca, non c'entra con il post. Sono passato per augurarti buone feste.

ivan ha detto...

sono dati impressinanti a cui a volte stento a credere. ma alla fine mi sa che realtà è anche peggio.

DanieleMD ha detto...

Scusa l'intrusione nei commenti ma vorrei chiederti se è possibile cambiare il link dell'iniziativa perchè, avendo sul mio blog cambiato indirizzo e peramlink, alla fine la gente che cerca l'informazione si trova davanti ad una pagina d'errore.
Dato che sono ancora tanti i commenti e le persone interessate e che vorrei a breve rilanciare l'inizativa mi farebbe piacere se cambiassi lindirizzo del vecchio link con questo nuovo:
http://www.psichesoma.com/iniziativa-blogger-contro-gli-abusi-sessuali-sui-minori/

Ti ringrazio in anticipo per l'aiuto e per il sostegno a questa iniziativa che, anche grazie al tuo sostegno, ha raggiunto un successo enorme :)
Ciao
DanieleMD