lunedì 31 dicembre 2007

Messaggio agli italiani a blog unificati

L'anno che si sta concludendo è stato difficile ed aspro.
Certo, alcuni di noi hanno raggiunto traguardi importanti… ma si tratta di risultati personali, che, per quanto ci riempiano di gioia e di legittimo orgoglio, non incidono sulla vita di tutti.

Il 2007 ha visto troppe promesse non mantenute, troppi rinvii, troppe prese di posizione generate dalla volontà di conservare il proprio orticello felice piuttosto che dal desiderio di agire concretamente per pacificare e rifondare l'Italia.

In democrazia vince la maggioranza, ci insegnano. Ma chi può sostenere onestamente che la maggioranza degli Italiani non voglia una vita serena per sé, per i propri cari, ma anche per gli sconosciuti? Chi può cercare di convincerci a rinunciare alla nostra umanità, alla solidarietà, alla dignità nostra, dei nostri connazionali – ovunque si trovino – come pure di tutti gli esseri che abitano questa terra?

L'anno trascorso ha visto spesso la volontà popolare travisata, non considerata o strumentalizzata per fini propri – dalla richiesta di rinnovamento di un sistema che non funziona, né in economia, né nella sanità, o nell'istruzione o nella politica, al rifiuto del nucleare nuovamente messo in discussione, al procrastinare sine die l'emissione di una legge che regolamenti la gestione dell'informazione, all'approvazione affrettata di un indulto di cui hanno beneficiato i soliti noti – cercando di farla passare per "clemenza" nei confronti dei carcerati per reati minori.

Neppure nel campo del lavoro si è verificato quel cambiamento di rotta, quella stabilizzazione che in tanti auspicavamo, in cui in tanti abbiamo creduto. Abbiamo assistito invece ad un'impressionante sequela di morti sul lavoro, la più eclatante delle quali, sia per numero di vittime che per il luogo in cui è avvenuta, ha risvegliato – forse – le coscienze sopite, con promesse di leggi ad hoc.

Abbiamo assistito ad inchieste revocate, censure appioppate, esternazioni tollerate, richieste di grazia discutibili, prese di posizione indifendibili… all'arrogarsi il diritto di cercare accordi di modifica a leggi statali da parte di chi non ne è legittimato… perfino alla messa a punto di topi che non hanno paura dei gatti… ma se invece di inventare qualcosa di cui nessuno sentiva la mancanza gli scienziati si impegnassero a realizzare il siero della verità – e fosse ammesso come prova nei procedimenti giudiziari?

Indipendentemente dalle convinzioni politiche, pensiamo sia evidente a tutti che in quest'anno che si sta concludendo ha predominato ancora una volta la logica degli interessi personali, dei particolarismi, degli egoismi – a cui ha fatto da contraltare, peraltro solo in alcuni casi, l'elargizione condiscendente di quanto in un mondo civile sarebbe meno del giusto e un continuo fare a chi urla più forte.

Non vogliamo scadere nel qualunquismo – le differenze ci sono sempre, e dovunque.
Ma vogliamo fare una richiesta a tutti, siano essi italiani, politici, amministratori, cittadini comuni, associazioni, italiani all'estero o stranieri in Italia – una richiesta che per noi è un impegno costante.
Non abbiamo bisogno di altre leggi, di stravolgimenti o di beneficenza. Abbiamo una legge che contiene tutto quello che è necessario. E non è comunista, o democristiana o liberale. E' super partes, ed è talmente bella e giusta che è costata sangue.
RISPETTIAMO E METTIAMO IN PRATICA LA COSTITUZIONE.
Questa è la proposta che noi facciamo a tutti gli italiani per il 2008.

Invitiamo tutti i bloggers che condividono la nostra proposta a postarla nei loro siti – citando cortesemente la fonte – per la massima diffusione possibile.

Hanno aderito finora:
www.arpaspada.blogspot.com
franca-bassani.blogspot.com
tanuccio-diariodibordo.blogspot.com
www.diario_di_bordo.ilcannocchiale.it
www.ricordilaura.splinder.com
cornettiecappuccino.blogspot.com
www.socialambientalismo.blogspot.com
solleviamoci.blogspot.com
italianiestero.blogspot.com
vogliadisinistra.blogspot.com

Altre adesioni: Duccio, Gianfranco, Romina, Fioredicampo, Ortensia, Raffaele, Giovanna, Unodicinque, Erica, Giulia, Grigiapioggia, Franca, GG, hneeta, Comicomix, Roberto, Solaria, Rudyguevara, Il fiume, Simona, Finazio, d'io, all-is-dream e Zefirina

BUON 2008 A TUTTI ! ! !


31 commenti:

Anonimo ha detto...

Il post comune non l'ho messo su
www.strageustica.altervista.org
bensì su www.ricordilaura.splinder.com. Laura Picchi

Duccio ha detto...

Accolgo e rilancio,
duccio

Duccio ha detto...

Franca, ma quale è la 'fonte prima'? Sei tu o uno dei link che riporti?

Gianfranco ha detto...

Linko e aderisco con piacere.

alicesu ha detto...

non credo più nella maggioranza delle persone (ma ci ho mai creduto?).
E in questo anno, ho imparato a non credere nemmeno più nella politica.
Buon anno, comunque.

Franca ha detto...

@ Duccio:
La proposta è nata da Elena del blog "Solleviamoci" che ha anche preparato la stesura di base del pezzo.

Dopo le feste pensavamo di mandarlo anche ai referenti politici (ognuno dei partecipanti può scegliere quali)

Romina ha detto...

Bel post! Condivido i contenuti e lo riporterò sul mio blog.

Intanto, tantissimi Auguri di un Felice Anno Nuovo, colmo di tanta gioia e di serenità. :))

fioredicampo ha detto...

Ho appena postato il messaggio anche sul mio blog.
Un abbraccio e buon 2008 a te!
Gianna

ortensia ha detto...

bel post! linko anch'io. Ortensia

Ed ha detto...

Tanti auguri pure a te.

Raffaele Abbate ha detto...

ti cito nel mio blog
http://mianonnaincarriola.splinder.com

Giovanna Alborino ha detto...

Ho aderito, speriamo che questo nuovo anno ci porti qualche cambiamento in positivo!

andrea ha detto...

ciao Franca passo per un saluto ed un augurio di buon anno. Purtroppo sono di corsa e il post lo leggerò stasera.
Ciao Andrea

guccia ha detto...

Complimenti a tutti voi, bel post, bei contenuti, bella iniziativa.

chit ha detto...

Ciao Franca, ed anche se in ritardo tanti tantissimi sinceri auguri di buon anno.
Purtroppo prima problemi di linea, poi ospiti, infine l'immobilità celebrale post-veglione hanno fatto si che arrivasse il giorno 3 per tornare online.

Condivido in pieno quello che è stato scritto ma ho più che il dubbio la certezza che resterà un inutile ribadire cose che già si sanno. E' noto infatti che il problema dell'Italia è non il non sapere cosa fare ma (peggio) il non aver voglia di farlo a qualunque livello, basandosi sempre sul "tanto non è una mia questione".

Io quest'anno, un po' per "cabala", un po' per provare qualcosa di diverso che non sia votare a destra ma dall'anno nuovo non mi aspetto nulla, sai mai che così lo freghi e riceva in cambio tutto! :-D

Un abbraccio e ancora tanti tantissimi auguri

andrea ha detto...

Bella iniziativa!!

sam ha detto...

buon anno Franca.

Resistere testimoniare amare

Mimmo ha detto...

dovremmo cambiare, più che la Costituzione, il comportamento passivo e l'atteggiamento della popolazione italica. ;)
Parafrasando "qualcuno":costituzione sana in italiano "sano" :)

Buon Anno Franca!!!!!!!

ericablogger ha detto...

mgoeaagbuon anno franca
bell'iniziativa a cui ho aderito
speriamo che lo facciano tanti altri di noi
almeno noi blogger non dovremmo essere immobilisti e tira a campà!!!

Simona ha detto...

La nostra Costituzione è bellissima. E' così bella che non sembra neanche fatta dagli italiani. Aderirò sicuramente.

GG ha detto...

Aderisco con piacere a questa iniziativa.

Da italiano, da giurista, da blogger e da qualsiasi altri cosa.

solaria ha detto...

ho aderito col mi blog
www.solaria.splinder.com
e ti segnalo l'articolo su www.solarianews.splinder.com
sulle manipolazini di riotta e del tg1 sulla costituzione

moltitudini ha detto...

Gli interessi di bottega hanno prevalso anche nel prc che - sperando di strappare la legge elettorale preferita - sostiene un governo amico dei soliti padroni, che fa le guerre, e che è supino nei confronti del vaticano.
p.s. se si ama tanto la costituzione, si rispetta anche il fatto che la grazia è una prerogativa tutta del capo dello stato.
Oppure si chieda che venga eliminata dalla costituzione, sancendo però che la costituzione è toccabile.

Franca ha detto...

@ Moltidudini:
Quello che dici sul PRC è in parte vero, ma avere in tasca la tessera del partito non mi impedisce di pensare con la mia testa.
Per quanto riguarda la Costituzione, io ritengo che sia intoccabile solo nei principi fondamentali. Su molte cose, per quanto mi riguarda, si può discutere. L'importante è non stravolgerla e , soprattutto, applicarla nelle tantissime parti che non lo sono.
Per quanto riguarda la grazia ho una visione tutta mia e non mi interessa se non corrisponde ai canoni del mio partito, del senso comune o di quant'altro.
Io parto dal principio che la certezza della pena è il presupposto della giustizia. Poi si valuta caso per caso

Franca ha detto...

P.S.
Mi fa piacere che sei passato

moltitudini ha detto...

Bene, alora come vedi anche per te la Costituzione non è un bene in sè, ma è un bene per quelle parti che non ti piacciono.
Che è legittimissimo, eh, per carità.
Però allora non si parli di sacrilegio se altri voglion toccarne altre parti, semmai si ragioni sul merito delle modifiche. Non dell'intoccabilità in sè.
Su giustizia e certezza della pena avrei tante cose da dire..ruberei spazio in modo improprio.
Però io, aldilà delle applicazioni specifiche, difendo anche i principi di indulto, amnistia e grazia che la costituzione include, come ogni sistema giuridico evoltuo e civile.
Ah, ti ho rispsoto da me. ;)

moltitudini ha detto...

uh...quel "ti fa piacere" è rivolto a me??
:)
Ne sono onorato! e come mai? (sempre che la risposta sia si, eh)

Franca ha detto...

@ Moltidudini:
Io ho parlato della salvaguardia dei principi fondamentali in cui io mi riconosco.
Se per altri non è così, dicano la loro. Il principio, però, vale per tutti, quindi io dico la mia ed opero per questo.
Il "mi fa piacere" era rivolto a te perchè sei nuovo e a me piace confrontarmi con gente nuova.
E così che si allarga il confronto, mi pare

moltitudini ha detto...

Bè, rientrano tra i principi da salvaguardare -secondo me- anche le fondamenta etiche che stanno alla base di indulto, grazia ed amnistia.
;)
E' che spesso quando si parla di "costituzione" e sua difesa lo si fa in astratto, ossia si atacca la volontà di cambiare la costituzione in quanto tale.
Io semplicemente dico: invece di difenderla come testo religioso, a prescindere, si difendano nel merito le parti che vengono attaccate per il merito in virtù del quale vengono attaccate.
Se invece la costituzione è un valore in sè, lo è dal primo all'ultimo articolo.

tommi ha detto...

l'iniziativa è buona però preferisco non condividerla perchè alcune cose non le reputo vere in toto. paragonare quest'anno ad uno dei qualsiasi precedenti del governo berlusconi mi sembra veramente eccessivo. è vero la nostra sinistra fa schifo, ma fare di tutta l'erba un fascio potrebbe essere dannoso anche per noi che pensiamo ogni giorno di aver toccato il fondo. ma in realtà si può anche iniziare a scavare...
tommi - www.bloginternazionale.com

Anonimo ha detto...

accolgo, aderisco e trasmetto il bel messaggio.

www.all-is-dream.splinder.com