sabato 29 marzo 2008

La bestia umana

Rilancio questa iniziativa dal blog “Solleviamoci” e vi prego di fare altrettanto.


Nell’anno 2007 Guillermo Vargas Habacuc, un finto “artista” (mi ripugna usare questo nome anche legato all’aggettivo “finto”), prese un cane di strada, lo legò con una corda corta ad un muro di una galleria d’arte e lo lasciò morire lentamente di fame e di sete.

Durante parecchi giorni, l’autore di questa orribile crudeltà e i visitatori di questa galleria d’arte erano spettatori impassibili dell’agonia del povero animale (guardate le ultime due foto!), fino a quando finalmente morì di fame e di sete, sicuramente dopo essere passato per un doloroso, assurdo ed incomprensibile calvario.
La prestigiosa Biennale Centroamericana di Arte decise, incomprensibilmente, che la bestialità che aveva appena commesso questo individuo era "arte", ed in questo modo tanto incomprensibile Guillermo Vargas Habacuc è stato invitato a ripetere la sua crudele azione alla futura Biennale del 2008.

FERMIAMOLI!!!
Firmiamo questa 
petizione


P.S.
Al "Direttore" della Biennale consiglio di mettere al posto del cane il presunto "artista".
Gli assicuro che l'effetto sarà ancora più eclatante!



Intanto in Canada la strage è iniziata: 275.000 cuccioli di foca saranno sterminati con armi da fuoco e bastoni. Nonostante la minaccia di sanzioni commerciali da parte di Bruxelles, Ottawa ha dato via alla grande mattanza dei cuccioli foca, un massacro terribile che si ripete ogni anno per prelevare dai corpi morti dei piccoli la pelle e il grasso.

Il Ministro canadese della Pesca ha addirittura ironizzato criticando le argomentazioni degli animalisti, che secondo il politico sarebbero «fondate in gran parte su rapporti discutibili e su un discorso basato sulle emozioni».

Al di là delle autorità europee solo un gruppo di Paesi molto civilizzati, come Belgio, Olanda e Svezia, ha già adottato misure restrittive contro l'importazione di tutti i prodotti derivanti dalla caccia alla foca.
SVEGLIATI ITALIA!

47 commenti:

Signor Ponza ha detto...

La vicenda del cane gira da un po', mi sembra corretto però segnalare questo:

http://attivissimo.blogspot.com/2007/11/antibufala-cane-lasciato-morire-per.html

Giusto per fare un po' di chiarezza sulla situazione.

BC. Bruno Carioli ha detto...

E se l'artista lo mandassimo con pala e piccone in una galleria di una miniera ? accompagnato da Emilio Fede ?.

ArabaFenice ha detto...

Ciao Franca,
non so proprio quale assurda follia possa portare a definire arte ciò che ha fatto quel "signore".
Vorrei che quel signore provasse cosa vuol dire patire la fame e la sete...è quello che la sua bestialità si merita.
Il fenomeno dell'uccisione delle foche lo catalogo come pura barbarie con l'aggravante del futile motivo. Vieterei l'importazione di pellicce di foca (ma non solo...) e nel mio piccolo non posso fare altro che boicottare questo genere di prodotto.
Un salutone.

Dama Verde ha detto...

E' qualcosa di tremendo, non sono mai riuscita a guardare le immagini più di un secondo.

La petizione l'ho firmata su un altro blog, quello di Claudio.

L'abbiamo firmata tutti, in famiglia.

Ciao Franca, Buona serata!

Gianfranco ha detto...

Avevo già ricevuto questo appello e, come è buona norma, ho verificato che non fosse la solita bufala. Come suggerisce il signor ponza, l'appello non pare genuino al cento per cento...

GG ha detto...

Maledetti stronzi.... chi ha torturato quel cane merita molte,molte gastriti...

:(

maurob ha detto...

Sinceramente penso che la cosa mi fa incazzare e non poco ... quando si fa del male ad animali innocenti mi viene su una rogna che non ti dico ... ma perchè non leghiamo ad una parte quello str...zo dell'artista ??
ma perchè qualcuno gli permette un oscenità come questa??
ma sopratutto come mai le peosne che sono andate a quella mostra non hanno preso a calci in culo l'artista liberando il cane ???

marina ha detto...

ne avevo sentito tanto parlare ma non avevo mai voluto guardare le foto.
vado a leggere dove dice signor ponza per scrupolo
ciao marina

Pino Amoruso ha detto...

Bufala o meno io la petizione l'ho firmata. Per il boicottaggio penso che l'Italia non si sveglierà...
A presto ;-)

Comicomix ha detto...

E' davvero triste vedere quanta disumanità alberga nel cuore di certi uomini.

:-(


Ciao!
Mister X di Comicomix

Andrea ha detto...

pazzesco :(

Franca ha detto...

@ Signor Ponza:

Ho letto il sito che tu segnali che, peraltro, non esclude che la storia possa essere vera.
Nel sito si dice pure che "l'artista in questione non conferma e non smentisce la morte del cane".
Se il cane fosse vivo, che motivo avrebbe per non dirlo?
In ogni caso, non credo alla versione dell' "artista" sull'opera di sensibilizzazione nei confronti del randagismo.
Un animale ridotto in quello stato andava curato e non tenuto legato con una catena cortissima per una mostra.
Per quanto riguarda la conclusione del Sig. Attivissimo (invece di "firmare" pigramente, andare a comperare una scatoletta di cibo per cani e portarla al rifugio per animali più vicino) che ne sa lui di quanta gente lo abbia fatto o magari lo faccia tutti i giorni?
Infine, nel dubbio io comunque preferisco fare qualcosa, anche minima, piuttosto che voltare la faccia da un'altra parte

Maurizio ha detto...

Il bastone lo trovo anche da solo. Ditemi pure dove devo andare a macellare un poco di carne umana.

Alzata con pugno ha detto...

Avevo segnalato questa situazione poco dopo l'esposizione del povero cane, ma più tardi anche a me hanno detto che forse era una bufala. Non so quale sia la verità, le foto ci sono, a me basta.
Per quanto riguarda i cuccioli di foca, credo che si dovrebbe agire più largamente contro le pellicce e l'uso iniscriminato di prodotti di derivazione animale. Può darsi che le mie argomentazioni siano basate sulle emozioni, ma cosa c'è di male? Non sopporto la sofferenza, nè umana nè animale.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Avevo letto sul loro blog ed a suo tempo avevo già firmato la petizione.

Una gogna con l'autore dentro no?

Sai, tipo quelle opere interattive con le quali lo spettatore interagisce con l'opera stessa.

In questo caso lascio alla vostra fervida fantasia immaginare come interagire con l'opera dal titolo " La bestia sono io" con sottotiolo "la gogna è la mia casa"

Un po' cattivello? Scusaaate :-)))

Ciao Franca
Daniele

PS: grazie per le parole positive che hai avuto per me sul mio post su Rescaldina :-)))

flo ha detto...

E ti pareva che ogni volta che uno prova a segnalare qualcosa che ritiene ingiusto spunta fuori il venditore di mozzarelle di bufala...

Ho letto qualche tempo fa la storia di questo cosiddetto "artista" ed è assolutamente indecente, ripugnante e chi più ne ha più ne metta. Non abbiamo bisogno di gente così!
Ringrazio Franca per la segnalazione, non sapevo ci fosse in corso anche una protesta con tanto di petizione.
E comunque, la penso come lei, non credo che ci siano detentori di verità assolute che possano sopire le coscienze delle persone, meglio fare qualcosa che voltarsi dall'altra parte.

maurob ha detto...

Ho letto anche il sito del Sig. Attivvissimo, la situazione però lascia dei vuoti inquietanti.
Ovvero firmare non costa nulla per cui non è un problema.
D'altra parte rimane il rammarico di vedere che ce ipocrisia sul fatto che tante persone che sono andate a quella mostra non si curavano molto del cane, anzi ...
Per cui ci sta una certa ipocrisia generalizzata di molti, per fortuna non di tutti.
l'ipocrisia poi di questi gesti per chi lavora in canili o in ambienti simili e ben conosciuta, dato che molta gente, anche persone per bene prendono animali e poi li abbandonano per motivi futili, ma poi vnno ao commentare una persona perchè fa quello o questo agli animali.
D'altro canto la cosa che non sia ben chiaro se sia vera o meno, lascia perplessi perchè risuona ocme altre cose che spesso sono state montate su da giornalisti troppo zelanti che non controllavano bene la notizia e diffondevano notizie false o solo parzialmente vere.
Questà è una cosa grave dato che il lavoro è quello, tanto vale per il commissario Ue che dovrebbe sempre accurare se la notizia sia più o meno vera.
D'altro canto mi suona credibile una cosa del genre vuol dire che la sensibilità verso gli animali è assai scarsa.....

tommi ha detto...

complimenti per l'iniziativa franca. ho già firmato e divulgato la notizia!
tommi

Romina ha detto...

Si potrebbe legare con una corda quel soggetto che alcuni definiscono artista, e lasciarlo morire di sete e di fame.

L'uccisione delle foche è un fatto inqualificabile, che dovrebbe suscitare lo sdegno di qualsiasi persona normodotata. Si tratta di "emozione"? E cosa c'è di male? Mi auguro davvero che gli uomini continuino a emozionarsi, indignarsi, soffrire ed essere sensibili di fronte alle sofferenze di altri esseri viventi.
Dovremmo sparire tutti dalla faccia della Terra se non riuscissimo più a provare emozioni e sentimenti.

rudyguevara ha detto...

la bestialita' umana nn ha limiti!avevo gia' parlato della faccenda del cane,ma colgo l'occasione per rifarlo ancora,linkandoti.inutile dire che sono totalmente indignata anche per la caccia alle foche.che schifo!

Saretta ha detto...

è davvero terribile... sul serio... magari metto il link per il tuo post sul mio sito ok?
faccio ciò che posso.

dicolamia ha detto...

Ho visto l'altro giorno in TV lo sciempio sulle foche.Andrei giù con un mitra a fare un po' di giustizia.

Cristiana

alicesu ha detto...

naturalmente ho firmato.

Jessica Moh ha detto...

Non manca la gente che cerca a tutti i costi di far parlare di sè!
I veri colpevoli sono coloro che permettono questo.Nel caso specifico i veri colpevoli sono coloro che hanno dato lo spazio fisico per attuare una tale "BESTIALITA'"! E che dire del pubblico? Io ,e lo avrei fatto ,mi sarei adoperata con tutte le mie forze fisiche per liberare quella povera bestia!
Se quel macellaio vivesse dove vivo io :gli brucerei la macchina e possibilmente con lui dentro!
La verità è che siamo cattivi quando non serve....poi per il resto abbiamo la coda di paglia.
by Jessica

Ed ha detto...

Quoto bruno carioli.

fioredicampo ha detto...

La mia firma è la n. 1597926.
Il cosiddetto "artista" non solo andrebbe fermato, andrebbe severamente punito.

francesca ha detto...

saprei cosa farne di chi ha fatto questo...

francesca ha detto...

fatto (firmata la petizione)

Oby ha detto...

E' tutto cosí pazzesco...sopratutto per come una notizia non é mai come viene riportata ma viene sempre manipolata, leggendo anche l'articolo linkato dal signor ponza, non so proprio piu a cosa credere...mi spiace solo molto per il povero cane. Non parliamo delle foche poi, chi le uccide non credo abbia nemmeno un briciolo di dignita..e poi ci domandiamo se andiamo all'inferno se non andiamo in chiesa.

articolo21 ha detto...

Avevo già letto la storia del povero cane... una vicenda terribile che merita di essere denunciata.

zefirina ha detto...

ma non sarà una leggenda metropolitana, quella del cane, il resto ahimè è pura verità

Crocco1830 ha detto...

Quel sedicente artista, è una bestia che merita neanche le gabbie di un zoo.

cittadinoQQ ha detto...

ho firmato subito, odio chi odia gli animali.
La mattanza dei cuccioli è uno spettacolo tremendo, non riesco proprio a guardare, sono cose assurde nel 2008.
ciao

guccia ha detto...

La nostra bestialità contro gli animali è la morte dell'umano.
Firmo subito.

Domenico ha detto...

Io avrei prima portato in un luogo sicuro il cucciolotto, poi avrei preso a calci l'"artista", tutti i visitatori e tutti coloro che hanno reso possibile quello scempio.
Su "attivissimo" l'autore ha generalizzato molto scrivendo addirittura alla fine: "Io avrei una proposta: invece di "firmare" pigramente, andare a comperare una scatoletta di cibo per cani e portarla al rifugio per animali più vicino. Costa più fatica, ma è sicuramente un gesto più utile".
Non si reso conto che c'è tantissima gente che ha firmato e che tutti i giorni si impegna per i randagi gatti e cani.
Per quanto riguarda i cuccioli di foche sterminati, mi auguro l'esistenza di una legge del contrappasso, non solo per gli autori materiali dei crimini, ma anche per tutti coloro che possono fare qualcosa per bloccare queste barbarie e non lo fanno e per tutti coloro che contribuiscono al mercato delle pellicce acquistandole.
Un appello a tutti. Cerchiamo di avvicinarci al vegetarismo ed apriamo tutte le gabbie.

Anonimo ha detto...

Ciao franca,
ho firmato la petizione sono la n. 1629876 ciao

agnese ha detto...

ci ho provato ma è uscito di nuovo anonimo, ci provo di nuovo, ciao agnese

alessandro ha detto...

@alzata con pugno: io non sopporto la violenza nei confronti delle foglie di insalata.

riccardo gavioso ha detto...

scusa Franca, sai mica per caso come si scuoia un ministro della pesca canadese?
Alla vicenda di Vargas ho dedicato diversi post, specie per dimostrare ad Attivissimo che purtroppo non era una bufala.

una buona serata

rudyguevara ha detto...

anche nel dubbio,meglio firmare e cercare di fermarlo.che poi,tutti questi dubbi nn li capisco troppo.

Laura ha detto...

Mamma mia che tristezza... che mondo schifoso, io non riesco nemmeno a vedere i filmati, sono troppo cruenti. Ma come fanno ad avere quello stupido coraggio quelle persone? Le immagini parlano da sole...

Mariangela ha detto...

Ho firmato la petizione e mi domando come possano delle persone così guardarsi alla specchio!

chit ha detto...

Riguardo alla prima storia lessi a suo tempo il tutto e successivamente l'indagine di PaoloAttivissimo e sembrerebbe che il povero animale in realtà non venisse nutrito solo durante le tre ore della mostra (gesto peraltro deprecabile!).
Alla fine di certo rimane l'anonimato del blogger che ha "acceso" la miccia e la dichiarazione firmata del direttore della mostra che racconta l'accaduto.
Io a suo tempo firmai colpito più che altro dalla notizia, a ben riflettere mi viene da dare più credito a colui che si firma anzichè a coloro che si nascondono dietro l'anonimato.

Riguardo al massacro delle foche anche lì, ne parlai e firmai l'appello già lo scorso anno di questi tempi e devo tuttavia constatare che non è cambiato nulla!

Tristissimo :-S

Mimmo ha detto...

...la cattività dell'uomo non ha confini

desaparecida ha detto...

ciao franca...
credo che qlsiasi sia la verità,esporre un cane anche solo x una mostra ,e,anche solo con il "nobile spirito"di parlare di randagismo sia crudele e sadico!
Nn so quale sia la verità,ma firmare è importante.
un sorriso buon fine settimana!

Duccio ha detto...

Cara Franca, se io fossi stato a quella mostra mi sarei fatto arrestare pur di liberare quel cane. Ti segnalo un mio raccontino che ho scritto a luglio dello scorso anno, "Othy", ci arrivi direttamente cliccando sul mio nome.
Questa che viene sarà la settimana più lunga... speriamo bene.
;-) duccio

Alex ha detto...

Che vergogna!

http://ale1980italy.wordpress.com/2008/03/30/coraggiosi-cacciatori-canadesi-bastonano-a-morte-cuccioli-di-foche/