mercoledì 2 luglio 2008

Passaparola!


Roma, 8 luglio, 
manifestazione in Piazza Navona
PASSAPAROLA!





Colombo, Pardi, Flores d’Arcais: tutti in piazza contro le leggi-canaglia

"Care concittadine e cari concittadini,
il governo Berlusconi sta facendo approvare una raffica di leggi-canaglia con cui distruggere il giornalismo, il diritto di cronaca e l’architrave della convivenza civile, la legge uguale per tutti.
Questo attacco senza precedenti ai principi della Costituzione impone a ogni democratico il dovere di scendere in piazza subito, prima che il vulnus alle istituzioni repubblicane diventi irreversibile.
Poiché il maggior partito di opposizione ancora non ha ottemperato al mandato degli elettori, tocca a noi cittadini auto-organizzarci.
Contro le leggi-canaglia, in difesa del libero giornalismo e della legge eguale per tutti,
ci diamo appuntamento a Roma l’8 luglio in piazza Navona alle ore 18
per testimoniare con la nostra opposizione – morale, prima ancora che politica – la nostra fedeltà alla Costituzione repubblicana nata dai valori della Resistenza antifascista.
Vi chiediamo l’impegno a “farvi leader”, a mobilitare fin da oggi, con mail, telefonate, blog, tutti i democratici.
La televisione di regime, ormai unificata e asservita, opererà la censura del silenzio.
I mass-media di questa manifestazione siete solo voi."
On Furio Colombo, Sen. Francesco Pardi, Paolo Flores d’Arcais

25 commenti:

Pike ha detto...

Mah. Noto lo scarso risalto che i media hanno dato alla vicenda UNIPO BNL e alle vicissitudini della D.ssa Forleo .

C'è del marcio, in questo apese.ma nelle due parti.

Ora , se crede, cancelli il commento.

flo ha detto...

Il passaparola è sempre un potente mezzo di comunicazione, quando ancora non esisteva la tv nè la radio era l'unico mezzo!

In bocca al lupo!

Franca ha detto...

@ Pike:

Vedo che continua piacerti fare la parte della vittima.
Non fare il furbo: sai benissimo che sei stato cancellato solo quando non ti sei attenuto alle regole scritte sopra il modulo dei commenti e quando del tutto gratuitamente ti sei permesso di offendere me o altri commentatori.
Ti ripeto ancora una volta (così magari, prima o poi lo capisci) che, da antidemocratica quale sono, continuerò a cancellarti ogni volta che lo riterrò opportuno.
E per l'ennesima volta ti ripeto anche che se questo spazio non ti piace, non sei costretto a venirci....

il Russo ha detto...

Chi può ci deve essere, i servi del padrone continuino a fare i servi serenamente e pacatamente(quindi pike tranquillo, tu non devi andare e puoi leggerti libero e magari credere che la robin williams tax serva a qualcosa!).

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Forse vanno mobilitate più le persone perchè intanto il PD sembra abbia dichiarato per bocca di Veltroni che loro in Piazza non ci andranno....

Domandona da quiz: ma Veltroni ci fa o ci è?

Giangidoe ha detto...

Non sono un tipo da manifestazione ma approvo in pieno lo sdegno e l'incazzatura.
Sarò idealmente lì, quel giorno.

Franca ha detto...

@ Alfa:

Se passi ti qui, ti volevo avvisare che quando cerco di accedere al tuo blog compare questo messaggio:

Questo blog è aperto solo ai lettori invitati
http://sagacisegugi.blogspot.com/

Non ci risulta che tu sia stato invitato a leggere questo blog. Se pensi che si tratti di un errore, contatta l'autore del blog e richiedi un invito


Vedi tu...

Alzata con pugno ha detto...

giro la cosa su cscaffè

sam ha detto...

ma non si doveva aspettare l'autunno quando le leggi saranno ormai da mesi pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale come propongono i Signori del PD?

articolo21 ha detto...

Passaparola :)

ivan ha detto...

stanno uccidendo il parlamento con continui decreti legge, hanno fatto del problema giustizia l'unico problema del paese, ora si spacciano come novelli Robin Hood...il dramma è che la gente sembra anche credergli o non capisco più niente io o non capiscano più niente gli altri.
Mi sorge un dubbio però ed è che agli altri non gliene freghi proprio niente l'importante per tanti sembra essere solo il proprio interesse immediato.

Alicesu ha detto...

Purtroppo non sarò alla manifestazione, anche se è una cosa importante: sono appena andata via da Roma e i soldi scarseggiano... Spero ci sia molta molta mobilitazione...

alfa ha detto...

Università permettendo, cercherò di non mancare. Sto cercando di farlo sapere a più conoscenti possibili.

Ah, sul sito di Di Pietro c'è un volantino da stampare e un form da compilare con le mail di 5 persone per spargere la voce. ;)

P.S. Sei stata molto gentile a scrivermi qui la segnalazione della momentanea non visibilità del blog. Era in manutenzione (ho cercato di cambiare grafica... ma come avrai notato, non ce l'ho fatta e sono tornato alla vecchia). ;-)

A presto!

TIZIANO TESCARO communicator,Vicenza ha detto...

Ciao carissima Franca complimenti x la tua iniziativa personalmente l'8 luglio c'è il consiglio comunale a Vicenza e come media nn posso mancare altrimente ci avrei fatto un pensierino. magari organizzando un gruppetto di amici. Buona serata...

Alessandro Tauro ha detto...

Spero di riuscire a far combaciare i tempi dell'esame che devo dare l'8 luglio con la manifestazione, anche se la vedo molto dura.
Intanto faccio la mia umile parte di "megafono telematico" per informare a più non posso della manifestazione.

Ho già fatto un salto qualche altra volta sul tuo blog, ma è la prima volta che lascio un commento.
E quindi approfitto per dirtelo... COMPLIMENTI!!

Romina ha detto...

Benissimo, occorre fare pubblicità all'evento.

ArabaFenice ha detto...

senza condividere il tono polemico di pike, condivido però la sostanza del suo intervento quando evidenzia lo scarso risalto dato dai media anche a UNIPOL, BNL e caso Forleo.
penso che gli effetti di queste leggi canaglia saranno devastanti, non trattengo il mio severo giudizio a riguardo, ma non credo a quelli che vorrebbero passare per i buoni che ci liberano dai cattivi.

Franca ha detto...

@ Arabafenice:

Penso che ormai ci conosciamo a sufficienza per sapere come la penso sui casi UNIPOL, BNL e FORLEO e i commenti fatti nei vari blog ne sono testimonianza.

Poi c'è qualcuno che vorrebbe farmi scrivere di ciò che piace a lui e come piace a lui.
Preferisco non dire altro...

elena ha detto...

L'ho postato anch'io... segnalo a chi avesse problemi di spostamento e magari sta al nord che anche Torino si sta organizzando: stessa data, stessa ora, in piazza Castello.
NO PASARAN!

ArabaFenice ha detto...

sì, posso confermare che il tuo senso della giustizia, in casi come quelli che hai citato, non è stato influenzato da posizioni di parte.

maurob ha detto...

Cera tanta gente con voglia di farsi vedre e di parlare all'altra italia che dorme ...

isline ha detto...

E' vergognoso il silenzio dei media sulla manifestazione di ieri: hanno riferito solo degli interventi volutamente polemici e null'altro.
Come se ieri ci fossero stati solo 4gatti esaltati!
La dittatura strisciante avanza...

Vegard ha detto...

Tiriamo le somme, 13mila persone, poche. Interventi dei soliti quattro comici, Di Pietro, Colombo, Pardi, Flores d’Arcais, e di un paio di politici Grillo e la Guzzanti.
La democrazia è sempre in pericolo quando non governano quelli che volete voi, ora mi chiedo, opposizione politica, come? Non c'è più rappresentanza parlamentare, i sindacalisti scappano verso la Lega Nord, non sarebbe il caso di tirare veramente le somme e chiedersi il perché di tutto ciò? Non sarà che gli italiani, con il sovrano diritto del voto, hanno deciso [di propria volontà] la scomparsa della sinistra massimalista?. La gente, Adkronos di oggi, scappa anche dall'IdV.
Voi però, cheti cheti continuate a fare congressi ed a sfamare bocche che non avrebbero altro modo di sopravvivere e via a braccetto con Caruso e Vladimiro Guadagno.
La televisione di regime (in mano alla sinistra) non vi da spazio, per forza, basta ripassare l'intervento della Guzzanti ed il perché è lampante.
Il sogno è finito, è ora di svegliarsi, governeremo in alternanza (con la Lega Nord) per i prossimi mille anni, altro che Sacro Romano Impero.
Ribadisco, in caso il concetto non fosse abbastanza chiaro, l'Italia non vi vuole più.

Franca ha detto...

@ Vegard:

La televisione di regime (in mano alla sinistra...

Ma in quale mondo vivi?

Vegard ha detto...

Vivo in Italia, solo che a differenza di alcuni ho una visione d'insieme, certo ho commesso un errore, la televisione è in mano alle sinistre tranne l'ultimo baluardo, Rete 4. Curioso notare che tra tutto quello che ho detto quello che ha colpito di più sia il "possesso" delle reti televisive, pensavo che i transfughi dal sindacato fossero più importanti, ma si sa, in diavolo si annida nei dettagli.