lunedì 6 agosto 2007

Quando sulla terra scese l'inferno

"Dio cosa abbiamo fatto!”
Queste le parole del puntatore americano che alle 8,15 del 6 agosto 1945 premette il pulsante dello sgancio su Hiroshima della prima bomba atomica, denominata “Little Boy” con i con i suoi 60 kg di uranio-235 .
L'esplosione si verificò a circa 600 metri dal suolo, con uno scoppio equivalente a 13 chilotoni di TNT, uccidendo sul colpo tra le 70.000 e le 80.000 persone. Circa il 90% degli edifici venne completamente raso al suolo o irrimediabilmente danneggiato.
Alle 11,02 del 9 agosto 1945 "Flat Man”, che conteneva circa 6,4 kg di plutonio-239, venne sganciata sulla zona industriale di Nagasaki.
La bomba esplose a 469 metri d'altezza a quasi 4 km a nord-ovest dell'epicentro previsto. Questo "sbaglio" salvò gran parte della città, protetta dalle colline circostanti, dato che la bomba cadde nella Valle di Urakami. Circa 40.000 dei 240.000 residenti a Nagasaki vennero uccisi all'istante e oltre 25.000-60.000 rimasero feriti.

Era l’inferno divenuto realtà.

Per saperne di più…

14 commenti:

chit ha detto...

E purtroppo fu solo il "precursore" di tanti altri episodi del genere molto spesso passati in sordina.
Vergogna!

Sig. Rail ha detto...

Non bisogna perdere il gusto di ricordare nè quello di imparare dagli errori degli altri.
Vedremo se, stasera, sui telegiornali la notizia verrà data prima o dopo quella sui problemi dovuti alla tintarella integrale.
Saluti

Ed ha detto...

Ogni volta mi domando come facciano i giapponesi a non essere incazzatissimi con gli americani. Mah...

guccia ha detto...

ed... un pò come noi dovremmo esserlo con i tedeschi... ci si passa sopra, si dimentica, poi c'è la scusa che le generazioni cambiano...

Tremendo pensare che ormai, data la triste storia dell'umanità, si potrebbe fare un post così al giorno. Triste sguardo d'insieme sul tuo blog.

... e poi vogliono vietare all'Iran di sviluppare il nucleare, benissimo! Ma visto che non dovrebbero esserci paesi di serie "A" e serie "B" e che nessuna maxipotenza dovrebbe decidere del mondo intero... lo togliamo a tutti il nucleare (almeno per fini bellici)?

maurob ha detto...

Bhe la scena aggiacciante di tante persone che sono morte in un attimo ed i piloti che sono andati a brindare il successo dello sgancio ...
Si fa un parlare di quello che hanno fatto i tedeschi ma di questo poco se ne parla, tanto come diceva mi nonno in guerra la prima vittima è la verità.
Guccia io il nucleare a dire il vero io lo toglierei anche per fini civili ....

Gloutchov ha detto...

La bomba. Beh, bisogna sperare che l'uomo sia migliorato e che ordigni del genere non debbano più essere usati. Non dobbiamo però dimenticare che, se gli usa svilupparono quell'arma, fu per anticipare gli studi degli scienziati nazisti. Il fatto che l'abbiano usata quando già il Giappone era in ginocchio, beh, questo è un atto deplorevole... ma si sà che i vincitori non vengono mai puniti per le loro gesta.

Cerchiamo comunque di ricordare quel giorno con positività. Gli studi del progetto manhattan portarono molte cose buone alla società, a partire da molti strumenti medici che oggi salvano la vita a persone molto malate, fino a cose più futili, come il forno a microonde.

guccia ha detto...

maurob io continuerei a studiare l'enorme differenza che c'è fra fissione e fusione, invece. Il petrolio inquina e non è infinito (anche le scorie, certo, ma studiare serve appunto per migliorare) se si potessero fare centrali non pericolose e meno inquinanti sarebbe un successo per tutta l'umanità. Senza contare che gli studi sul nucleare hanno portato anche a invenzioni indispensabili e per niente dannose. Una cosa non si elimina a priori, bisogna usarla con cognizione.

Marco ha detto...

"CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA"
l'unica cosa che mi dispiace e che pagano anche quei pochi americani che la pensano come noi!

raser ha detto...

x ed, non è che i giapponesi fossero angioletti, e quanto a crimini di guerra non s'erano fatti mancare molto

purtroppo nella storia chi vince ha sempre ragione, e spesso in modo acritico

isline ha detto...

Non sapevo che la bomba esplose in un punto sbagliato...figuriamoci cosa sarebbe stato!
Comunque secondo lo storico De Luna, il novecento è stato il secolo dell'Eccesso: le bombe atomiche sganciate nel 1945 sono solo un'ulteriore dimostrazione di questa teoria, avvallata da tutta la II guerra mondiale. Mi chiedo cosa stiamo vivendo ora...

signor ponza ha detto...

Ricordare fa sempre bene. Anche perché è incredibile pensare che un episodio così possa potenzialmente accadere da un momento all'altro. Siamo nelle mani di altri esseri umani. Speriamo in bene.

S.B. ha detto...

Agosto è un mese pieno di tristi ricordi ...

maurob ha detto...

Penso che il futuro sia lo studio e lo sviluppo dell'energie rinnovabili, presumo che la fusione a freddo sia una cosa per diversi anni alcquanto iprobabile da concepire ...
il petrolio ha il bello che sta finendo ...
speriamo che finisca prima che ci uccida tutti ...

ivan ha detto...

e fu notte e fu l'inferno e fu il buio della ragione umana.
E questo nonostante non ci fosse alcuna necessità, dal punto di vista militare, dello sgancio della bomba.
Un solo augurio che non debba più accadere.

ciao franca