mercoledì 21 novembre 2007

Consiglio comunale del 19 novembre 2007

Quest’ultimo Consiglio comunale, con i suoi 12 punti all’ordine del giorno, è stato sufficientemente corposo.
Spettatori, come da copione, non ce ne sono stati.


Le comunicazioni del Sindaco hanno riguardato due aspetti: l’adozione da parte della Giunta di una deliberazione con cui è stato utilizzato il fondo di riserva per integrare alcuni capitoli di spesa e la presentazione del documento programmatico della società “Agugliano Servizi S.r.l.”, la società a capitale pubblico cui è stato conferito il patrimonio dell’Ente.
Su quest’ultimo punto spendiamo due parole per mettere in evidenza gli aspetti più salienti del documento.
  1. La società ha stipulato un finanziamento in forma di conto ipotecario per l’importo di 1,5 milioni di euro.
  2. Il Comune affiderà in house alla società la gestione dei servizi di assistenza domiciliare per anziani e disabili e persone a rischio d’emarginazione, dei servizi socio-educativi scolastico e domiciliare ai portatori di handicap, ai minori a rischio di emarginazione e del servizio scolastico di somministrazione dei pasti, accompagnamento, ecc... Inoltre, è in corso uno studio per verificare l’opportunità dell’affidamento della gestione e manutenzione del verde pubblico.
  3. La Società dovrà dotarsi di una struttura operativa che le consenta la gestione delle attività in programma.
Staremo a vedere quali saranno i criteri e gli strumenti con i quali la Società affiderà, a sua volta, la gestione dei servizi e sceglierà il personale della struttura operativa.
L’approvazione dei verbali della seduta precedente non ha avuto bisogno di correzioni.
Sull’assestamento generale di bilancio, pari a 281.888,61 euro di minori entrate e, di conseguenza, di minori uscite, ci siamo astenuti.
L’elenco dei capitoli modificati è lungo; le voci più rilevanti hanno riguardato alcuni lavori pubblici che sono stati differiti agli anni successivi.
Alcune particolarità: c’è un aumento di spesa di 9.000,00 euro di cui abbiamo chiesto conto, ma il Sindaco ci ha risposto che non c’è una destinazione precisa (e siamo alla fine dell'anno!), e un aumento di 7.000,00 euro per spese per liti, arbitraggi e risarcimenti.
Il quarto punto in discussione è stato l’adeguamento del programma triennale ed elenco annuale delle opere pubbliche che ha visto lo scivolamento di alcuni lavori in anni successivi e alcuni aumenti di spesa che hanno determinato la programmazione delle opere per stralci.
Le schede che erano state consegnate alla Commissione erano errate e l’Ufficio Tecnico ha provveduto a correggerle su nostra segnalazione.
Ancora una volta abbiamo assistito alla modifica del piano delle opere pubbliche praticamente alla fine dell’anno.
Il nostro voto su questo punto è stato contrario in quando, secondo noi, a causa delle modifiche apportate, non si può parlare di adeguamento del piano esistente come prevede la normativa in materia, ma si dovrebbe parlare di un nuovo piano.

Si è poi passati all’approvazione definitiva alla variante alle norme tecniche d’attuazione e alla scheda d’ambito IR2 del vigente P.R.G. (Via Martiri della Resistenza) su cui abbiamo espresso un voto contrario.
Abbiamo, invece, giudicato condivisibile la modifica al regolamento edilizio con l’introduzione di una deroga riguardante i volumi dei muri e delle altezze massime se utilizzate per migliorare i livelli di coibentazione termica e acustica, e l’obbligo (previsto dalla legge) di installazione dei pannelli fotovoltaici sulle nuove costruzioni.
Ugualmente condivisibile abbiamo giudicato la modifica del regolamento per gli interventi edilizi minori che ha riguardato la possibilità di coprire gazebo e pergolati con pannelli fotovoltaici e ha stabilito norme per l’installazione di parabole satellitari, antenne e condizionatori.
Su questo argomento
abbiamo proposto di dare un’adeguata informazione alla cittadinanza.
Il punto n. 8 ha riguardato l’approvazione del regolamento di zonizzazione acustica del territorio comunale che è stato approvato all’unanimità.
Sul punto 9, riguardante il piano di lottizzazione della scheda d’ambito IP8 (Via Vico), l’Amministrazione comunale ha dovuto recepire alcune osservazioni della Provincia di Ancona.
In particolare, l’ubicazione di un parcheggio lungo la rampa di accesso al Parco delle Querce, con conseguente diminuzione degli standard di verde pubblico previsti dal Piano regolatore, non ha convinto la Provincia.
Questa osservazione l'avevamo fatta anche noi in Commissione senza essere ascoltati.
Il suo accoglimento ha fatto sì che il nostro voto potesse essere favorevole.

I punti 10 e 11 hanno riguardato l’individuazione di due sub-comparti all’interno dei comparti n. 6 (Via N. Sauro) e n. 3 (Via Oberban) del Piano particolareggiato del centro storico.
La procedura proposta dall’Amministrazione di effettuare un solo passaggio in Consiglio comunale (mentre invece le norme urbanistiche ne prevedono due – adozione prima ed approvazione poi) ci aveva lasciato molto perplessi anche perché avrebbe esposto l’Amministrazione stessa a possibili contenziosi.
In Commissione, pertanto, ci eravamo astenuti, ma visto che in Consiglio alla fine è stato deciso per il doppio passaggio, il nostro voto è stato favorevole.
Il 12° e ultimo punto ha riguardato la costituzione di un organo intercomunale per esercitare un controllo sulla società SIC1.
Su questo punto abbiamo preferito astenerci in quanto alcuni passaggi non ci sembravano sufficientemente chiari.
Un'ultima osservazione: stiamo stati noi Consiglieri di opposizione a permettere lo svolgimento del Consiglio comunale. Infatti, per la maggioranza erano presenti solo otto Consiglieri per cui non avrebbe avuto il numero legale.

Chiunque voglia avere maggiori informazioni ci troverà a disposizione.

9 commenti:

maurob ha detto...

Sicuramente molto interessante pubblicare quello che succede in consiglio comunale.
Ammetto che non essendo di Augigliano ho letto solo di striscio il post.
Ho una perplessità che però ho riscontato anche qui in zona nel Reggiano.
L'assegnazione di lavori passati dalla gestione comunale a quella privata.
Per evitare maggiori spese dicono.
Il risultato, che alla fine è quello che conta, ha messo in luce che quasi sempre nel caso di cessione di queste attività sia stato un fallimento totale.
prima di tutto i soldi spesi da prima a dopo nn sono variati che di pochi €.
In compneso i servizi dati spesso e volentieri erano molto carenti.
Fra l'altro vedi un post sull'erba da tagliare data in appalto, se nelle zone gestite dal comune l'erba era regolarmente tagliata nelle altri spazi è arrivata essere alta anche 1metro e 30.
Servizi di scuolabus dove le ditte appaltratici per risparmiare non passavano d'avanti a casa di tutti gli studenti ma davano punti di raccolta anche distanti diverse 100 di metri, tali da spingere i genitori a portare i figli direttamente a scuola con le macchine dato che erano più comodi così....

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

E venire a Genova a fare l'Assessore?

Va beh, so che non è possibile sic.

PS: mi è giunta una mail per un concorso della poesia onesta ad Agugliano (associazione la Guglia)

Mi sai dire qualcosa?

PS: scusa l'off topic

Daniele

Franca ha detto...

@ Maurob:

In genere la costituzione di queste società non porta mai ad un effettivo risparmio.
Normalmente sono fatte per avere le mani più "libere" negli appalti.
Non so se mi sono spiegata...

rob ha detto...

Il fenomeno delle società a partecipazione pubblica per la gestione dei servizi è diventato davvero un problema abbastanza preoccupante in tutta Italia. Le motivazioni che spingono i Comuni (meglio: il potere locale) a costituirle sono diverse e tutte molto poco attinenti con l'interesse pubblico (cioé dei cittadini).
Vi invito a leggere sul mio blog www.robskipper.blogspot.com l'intervista ad un segretario comunale.

guccia ha detto...

Per me che sono lontana dal paesuncolo leggere il tuo resoconto è come assistere (e grazie per aver adottato la causa di questo ennesimo micio)

@Daniele. L'associazione la Guglia è un'associazione culturale viva, affidabile, premiata addirittura con la medaglia d'argento del presidente della Repubblica e nella giuria del concorso ci sono persone preparatissime e persino un poeta di livello elevatissimo. Partecipa, non te ne pentirai, io ho la fortuna di conoscerli.

Oby ha detto...

Se non ci fossero stati i commenti non avrei capito di che comune parlavi!
Cmq con la tua abilitá di seguire da vicino argomenti di amministrazione pubblica dovresti spostarti a Brindisi, dove dopo l'arrivo del nuovo sindaco fratello di un fiorista l'intera cittá era diventata la nuova sanremo.

Franca ha detto...

@ Oby:

Scusami, ma per me è sottinteso che quando parlo di politica locale mi riferisco al mio Comune, che è Agugliano, un piccolo paese di circa 4.500 abitanti ad appena 15 chilometri da Ancona

maurob ha detto...

beh allora sarebbe meglio non farle questi passaggi di consegna.
Almeno se ho capito bene.

giulia ha detto...

Bel modo di far politica... Giulia