venerdì 30 maggio 2008

Petizione

Ho ricevuto la seguente e-mail da MICROMEGA che riporto integralmente.




Care amiche e cari amici che avete firmato l'appello "Liberadonna", altre iniziative in difesa della laicità si impongono e si moltiplicheranno.

La prima: un uso democratico dell'8 per mille, che lo sottragga alla Chiesa gerarchica di Ruini e Ratzinger (e allo "Stato", cioè alla maggioranza di governo, meno che mi laica).

La proposta è avanzata, tra gli altri, da Umberto Eco, Vasco Rossi, Margherita Hack, Andrea Camilleri, Dario Fo, Michele Santoro.

La proposta è di devolvere l'8 per mille alla Chiesa valdese, l'unica che si è impegnata ad utilizzarlo completamente in opere di beneficenza pubblicamente controllate (e di non usare neppure un euro per la propria religione, sotto nessuna forma).


Contro la Chiesa gerarchica di Ruini e Ratzinger

Un 8 per mille democratico. Firma e diffondi l’appello

"Di fronte all’offensiva clericale volta a limitare irrinunciabili libertà e diritti civili degli individui (che andrebbero invece decisamente ampliati), e alla subalternità e passività dello Stato nelle sue istituzioni parlamentari e governative, benché non credenti in alcuna religione, in occasione della dichiarazione dei redditi invitiamo tutti i cittadini democratici a devolvere l’otto per mille alla Chiesa Evangelica Valdese che le libertà e i diritti civili degli individui ha sempre rispettato e anzi promosso, e che si è impegnata ad utilizzare i proventi dell’otto per mille esclusivamente in opere di beneficenza e non a scopo di culto o di sostegno per i ministri e le opere della propria confessione religiosa."

Paolo Flores d’Arcais, Umberto Eco, Margherita Hack, Vasco Rossi, Giorgio Bocca, Simone Cristicchi, Dario Fo, Michele Santoro, Oliviero Toscani , Franca Rame, Ferzan Ozpetek, Lidia Ravera, Umberto Galimberti, Lella Costa, Luciano Canfora, Bernardo Bertolucci, Mario Monicelli, Eugenio Lecaldano, Gennaro Sasso...

L'appello promosso da MicroMega è stato sottoscritto anche da personalità del mondo cattolico con questa nota aggiuntiva:

"Noi cittadini cattolici, che tentiamo di testimoniare nella vita sociale ed ecclesiale un fedeltà la più coerente possibile al Vangelo e quindi critici e scandalizzati nei confronti di una politica dei vertici ecclesiastici sempre più tesa a usare il potere che deriva dal danaro, dalle clientele, dalle influenze politiche, dal dominio sulle coscienze per condizionare la politica degli stati e in particolare di quello italiano, riteniamo legittimo e forse doveroso negare a questo potere ecclesiastico il sostegno dell’8 per mille IRPEF."

don Enzo Mazzi, Giovanni Franzoni, don Vitaliano Della Sala, don Raffaele Garofalo, don Gianni Alessandria, don Roberto Fiorini, don Franco Barbero, Francesco Zanchini, don Bruno Ambrosini, don Aldo Antonelli, Domenico Jervolino, Giulio Girardi...

Per firmare l'appello, clicca QUI

Articoli correlati

26 commenti:

Alzata con pugno ha detto...

Letto, condiviso e firmato :)

giulia ha detto...

Già lo faccio, ho comunque sottoscritto l'appello. Giulia

Saretta ha detto...

è arrivato anche a mke qualche giorno fa.... ma non avevo fatto in tempo a leggerlo, ho appena firmato.
ciao
Sara

Vincenzo ha detto...

Mi sembra un'iniziativa del tutto ragionevole viste le palate di soldoni che si pappano i “conti” del Vaticano. E' ora di smetterla con questi furti legalizzati, ma sarebbe anche ora che i fedeli si responsabilizzassero e smettessero di dare laute offerte alla chiesa. Io non mi ritengo un fedele cattolico perchè non vedo il messaggio di quel Cristo che è morto per una giusta causa negli intrecci poco chiari tra Stato e Chiesa e tra Chiesa e malaffare. Non vedo il messaggio di un uomo che ha donato la propria vita per dire no all'oppressione del regime, per dire no alle ingiustizie. Oggi i vertici del Vaticano sono gli esecutori di quelle ingiustizie sia dal punto di vista morale che pratico e nonostante tutto questo sono anche consapevole di ESSERE cattolico per il sacramento battesimale che mi è stato imposto contro la mia volontà quando non ero in grado di scegliere consapevolmente. Non ho ricevuto quel sacramento con la consapevolezza di quel Cristo...

il Russo ha detto...

Condiviso e firmato nella casella del 730.

elena ha detto...

Firmato e postato... i valdesi sono da parecchio la mia scelta! :)

Valeria ha detto...

"Nella vita reale rischia d’inverarsi la terribile profezia lanciata trent’anni fa da un teologo progressista: "La Chiesa sta divenendo per molti l’ostacolo principale alla fede. Non riescono più a vedere in essa altro che l’ambizione umana del potere, il piccolo teatro di uomini che, con la loro pretesa di amministrare il cristianesimo ufficiale, sembrano per lo più ostacolare il vero spirito del cristianesimo". Quel teologo si chiamava Joseph Ratzinger".
da Repubblica, 28 settembre 2007.

Anonimo ha detto...

"Di fronte all’offensiva clericale volta a limitare irrinunciabili libertà e diritti civili degli individui (che andrebbero invece decisamente ampliati)"....
Se nn fosse per quel "clericale" pensavo che ti riferissi alla tua amata Cina!
Dove effettivamente i diritti civili sono calpestati quotidianamente!
Cina, dove vengono emanate 8000 sentenze di condanna a morte al giorno, per reati ideologici!
Cina che occupa militarmente il Tibet e la Birmania, soffocando nel sangue pacifiche manifestazione!
Come vedi la Chiesa nn è la sola (anche se questo è un tuo personalissimo pensiero altamente contenstabile).
Fai un bel post sul regime COMUNISTA cinese e abbandona la tua iposcrisia!

Conte Max

Franca ha detto...

@ Conte Max:

Leggiti il rapporto di Amnesty International - sezione Italia - sui diritti civili calpestati in Italia.
O è un'associazione troppo comunista?
Prima pensiamo a casa nostra, poi andiamo a guardare a casa degli altri...

ArabaFenice ha detto...

Per quanto l'iniziativa sia apprezzabile e non mi meravigliano quindi i sostegni che sta ricevendo, non sottoscriverò l'iniziativa, che avevo già conosciuto nel blog di simona-rudy.
Alcuni aspetti della Chiesa lasciano perplessa anche me; tuttavia la Chiesa è fatta anche da missioni in tutto il mondo, da bravissimi preti che fanno tanto per le loro parrocchie, che svolgono la loro opera di carità tra la gente. La Chiesa è dappertutto, nelle città come Palermo con i suoi preti antimafia e nelle comunità montane. Da cattolica, anche se non molto praticante e che si pone in maniera critica verso la Chiesa, sento di non dover far mancare loro il mio sostegno. Il 5 per mille invece agli animalisti.

Anonimo ha detto...

e ti dico di vedere qualche video su youtube inerente alle violenze cinesi nei confronti di studenti, uomini politici contrari al regime comunista!
Di certo youtube nn è di parte come la fonte da te menzionata!

Conte Max

Franca ha detto...

@ Conte Max:

Quindi Amnesty International per te è troppo comunista?
Prendo atto...

articolo21 ha detto...

991 milioni di al Vaticano... gli italiani sono tutti salvi :)

Maurizio ha detto...

Cara Franca, ma c'è qualcosa che funziona in sto cappero di paese di furbi?!?

Alicesu ha detto...

Ovviamente ho firmato.
Anche se mi sembra assurdo dover per forza scegliere una confessione religiosa.
Preferirei dare l'8 per mille alle persone che ne han bisogno o alla ricerca scientifica o qualcosa del genere.

chit ha detto...

L'8 per mille da qualche anno lo giro alla Chiesa Valdese, ora corro a leggere la petizione (se mi si apre la pagina...)
Buon weekend

tommi ha detto...

ricevuta anche io per aver firmato la petizione liberadonna.
buon finesettimana franca,
tommi.

Simona ha detto...

Meno male che anche tra i cattolici c'è chi sa fare autocritica. Per il resto, la situaizone è molto desolante....penso alle dichiarazioni di due giorni fa del Papa e mi girano i cosiddetti...

Pino Amoruso ha detto...

Sicuramente apprezzabile la destinazione dell'8 per mille ad opere non di culto... non sottoscrivo l'appello perché non c'è nessun obbligo di destinare il tutto alla Chiesa Cattolica!!!
L'importante, come dice il Russo, è firmare nella casella del 730!!!

Giangidoe ha detto...

Addirittura anche Vasco Rossi... Da lui proprio non me l'aspettavo (e lo dico in senso positivo, ovviamente).
Devo informarmi meglio sulla Chiesa Valdese, ma senz'altro NON dare l'8 per mille dalla Chiesa cattolica è una scelta più che condivisibile!

francesca ha detto...

un saluto e un abbraccio!

Comicomix ha detto...

vado a firmare, convintamente.

^_^

cittadinoQQ ha detto...

sai io la laicità la intendo a 360° perchè ritengo tutte le religioni (chi più chi meno) responsabili di ingiustizie, guerre, discriminazioni ecc., io sono molto d'accordo con un certo tipo che si chiamava John Lennon che ora non c'è più che diceva:"nothing to kill or die for, and no religion too".

alfa ha detto...

Petizione assolutamente condivisa. Firmo!

isline ha detto...

avevo sentito voci sulla politica trasparente della chiesa evangelica valdese e non sapevo se dare credito alle voci...

Simona ha detto...

da una valdese (ebbene sì, una degli sparuti 30mila;-)...): ringrazio per la fiducia Franca e tutti quelli che hanno firmato l'appello (o...la casella della dichiarazioe dei redditi)...Vi confermo che nemmeno un euro viene usato per attività di culto e/o per pagare i nostri pastori e pastore (ce li paghiamo da soli, da aspirante "libera chiesa in libero Stato" :-)...) E chi di voi per caso volesse saperne di più, di come vengono impiegati i fondi OPM della chiesa valdese, può andare al nuovo sito/blog della campagna di quest'anno www.ottopermillevaldese.org dove troverete tutti i dati e altre informazioni ad es anche come poter richiedere il finanziamento di un progetto sociale, umanitario o culturale all'ufficio OPM della Tavola Valdese... ciao e ancora grazie! Simona